I piccioni:

I piccioni provocano malattie?
Gli escrementi di piccione non sono solo sgradevoli;  il loro contenuto di acido può corrodere le pietre tenere e causare danni a lungo termine agli edifici. Escrementi del nido e piume bloccano anche grondaie e tubi pluviali causando danni da umidità. I loro escrementi possono portare a gravi pericoli sui marciapiedi, soprattutto per gli anziani, e possono  trasportare organismi patogeni. I piccioni possono portare un certo numero di malattie potenzialmente infettive come la salmonellosi, la tubercolosi e l’ornithosis (una lieve forma di psittacosi, con sintomi simili alla polmonite). Essi sono anche una fonte di allergeni, che possono causare disturbi respiratori come il polmone dell’allevatore di piccioni e le reazioni allergiche cutanee. Esiste la possibilità di queste malattie si diffondano tra le persone attraverso il contatto con escrementi di piccione, forfora e piume, parassiti di piccione o piccioni morti caduti in fonti di cibo o acqua.

Qual è il ciclo di vita di un piccione?
Il piccione selvatico è in grado di riprodursi durante tutto l'anno e i nidi possono essere trovati in qualsiasi mese, ma il picco si verifica tra marzo e luglio. Di solito due uova bianche sono deposte in giorni consecutivi. L'incubazione dura circa 18 giorni mentre il piumaggio compare circa 4 settimane e mezzo dopo. Una nuova covata può essere deposta quando i primi giovani hanno compiuto 20 giorni. Pertanto possono essere prodotte fino a nove covate ogni anno da un solo piccione femmina.
 
Funziona l’allontanamento?
La protezione completa da  tutti gli uccelli può essere garantita solo dalla chiusura di tutte le aperture più grandi di 20 mm di diametro. La protezione dai piccioni comprende semplici operazioni come la sigillatura degli spazi sotto le gronde e la sostituzione delle tegole mancanti. I piccioni possono essere dissuasi dall’utilizzare come posatoi abitudinali davanzali di finestre e tetti, tirando fili in acciaio inox sospesi alla giusta altezza per evitare che gli uccelli si posino. Altri deterrenti comunemente disponibili contro i piccioni selvatici includono barriere in gel, dissuasori ad aghi e gel repellente per uccelli.

Quante malattie portano i piccioni?
Più di 60 malattie trasmissibili dagli uccelli (alcune delle quali fatali) sono associate con oche, piccioni, storni e passeri domestici. Per esempio:

L’Istoplasmosi è una malattia respiratoria che può essere fatale. È il risultato di un fungo che cresce in escrementi secchi.
La Candidosi è un lievito o infezione fungina, diffusa dai piccioni. La malattia colpisce la pelle, la bocca, il sistema respiratorio, l'intestino e il tratto urogenitale, soprattutto della vagina. Si tratta di un problema crescente per le donne, che causa prurito, dolore e secrezioni.
La  Criptococcosi è causata da lieviti trovati nel tratto intestinale di piccioni e storni. La malattia spesso inizia come una malattia polmonare e può successivamente influenzare il sistema nervoso centrale. Da solai, cupole, cornicioni, scuole, uffici, magazzini, mulini, fienili, edifici nei parchi, insegne, ecc. dove sono tipicamente appollaiati e dai siti di nidificazione, il fungo tende a diffondersi in queste zone.
La Salmonellosi spesso si manifesta come "intossicazione alimentare" e può essere ricondotti a piccioni, storni e passeri. I batteri della malattia si trovano in escrementi di uccelli e polvere di escrementi e può essere aspirata attraverso ventilatori e condizionatori d'aria, contaminando le superfici a contatto con il cibo e le cucine in ristoranti e case e in impianti di trasformazione alimentare.
L’E.coli. Il bestiame porta l’E. coli 0157: H7. Quando gli uccelli beccano il letame di vacca, l’ E. coli passa attraverso gli uccelli i cui escrementi cadere su derrate alimentari o acqua.

Oltre ad essere portatori diretti delle malattie, i fastidiosi uccelli sono frequentemente associati con oltre 50 tipi di ectoparassiti, che possono farsi strada in tutte le strutture per infestare e mordere gli esseri umani. Circa due terzi di questi parassiti possono essere dannosi per la salute generale e il benessere degli esseri umani e degli animali domestici. Gli altri sono considerati parassiti fastidiosi o incidentali. Alcuni esempi di ectoparassiti includono:

Le cimici dei letti (Cimex lectularius): possono consumare sangue fino a cinque volte il loro peso , prelevandolo dai loro ospiti, che comprendono gli esseri umani e alcuni animali domestici. In condizioni estreme, le vittime possono diventare deboli e anemiche. Piccioni, storni e passeri domestici sono noti per portare le cimici.
Gli Acari di pollo (Dermanyssus gallinae): sono noti vettori di encefalite e possono anche causare dermatiti da acaro e acariasi. Mentre essi vivono del sangue prelevato da una varietà di uccelli, possono anche attaccare gli esseri umani. Sono stati trovati su piccioni, storni e passeri domestici.
I Vermi gialli (Tenebrio Molitor): forse lo scarabeo parassita di persone più comune, vive nei nidi di piccione. Si trova nel grano e nelle farine di cereali e può causare canthariasis intestinale e hymenolespiasis.
Il Virus del Nilo occidentale, mentre non è tecnicamente trasmesso all'uomo dagli uccelli, gli esseri umani possono essere infettati dal morso di una zanzara che ha precedentemente morso un uccello infetto. La lezione evidente è che il minor numero di uccelli ci sono in una determinata area, meglio è.

TIPOLOGIE

1

Controllo degli Scarafaggi

Anche in questo caso è necessario innanzitutto individuare le zone di passaggio e gli annidamenti, oltre che la specie di insetto..

Continua a leggere...

2

Controllo
dei Piccioni

Individuarli non è affatto un problema, date le abitudini gregarie. Le zone infestate, se necessario, dovranno essere preventivamente pulite dalle deiezioni e disinfettate..

Continua a leggere...
3

Controllo
dei Roditori

Per i roditori la norma generale prevede l’individuazione delle zone di passaggio o stazionamento degli animali attraverso l’utilizzo di 4 parametri di riferimento..

Continua a leggere...
4

Controllo delle Zanzare

Il trattamento zanzaricida è perlopiù stagionale, viene effettuato tra il mese di marzo ed il mese di ottobre con interventi quindicinali..

Continua a leggere...

Preventivi GRATUITI, non esitare CONTATTACI !

Milano controllo disinfestazioni, Topi disinfestazione milano, Disinfestare zanzare Milano, Disinfestazione milano blatte, Milano e limitrofi disinfestare piccioni, Milano e limitrofi ratti disinfestare, Cimici dei letti disinfestare milano, Disinfestiamo le vespe a milano

Disinfestazioni Scarafaggi Milano La tua soluzione !!
Sito web realizzato da GSi Technology